Autoradio: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

L’autoradio è un oggetto che in auto ha accompagnato i viaggi di generazioni intere di persone, con la sua musica, le notizie, o nei modelli più attuali con un’ampia  scelta di possibilità multimediali. Allora cerchiamo di vedere quali sono  i migliori prodotti del momento.

Alcune caratteristiche tecniche principali dell’autoradio

Fare una scelta di autoradio per la vostra auto potrebbe risultare un processo anche abbastanza difficile. Non tutti riescono a districarsi fra le tante specifiche tecniche e le tante terminologie particolari  che descrivono un autoradio.

Giusto per dare un accenno, parliamo rapidamente delle caratteristiche principali:

Formato 1 DIN e 2 DIN.  Il termine DIN è la misura standard internazionale necessaria per definire le dimensioni del vano dell’ automobile, dove collocare l’autoradio.

Quindi il vano ha due formati diversi e sono:

1 DIN:  denominato anche DIN 75490 o ISO 7736. E’   Questo è il formato più diffuso nelle autovetture. Le misure sono di 180 x 50 mm

2 DIN:  è un formato di dimensioni maggiorate rispetto all’ 1 DIN e sono di  180 x 100 mm, come si vede con un’altezza doppia.

Questa maggiorazione nelle dimensioni dell’autoradio 2DIN , permette a questo dispositivo di funzionare oltre che come radio, anche come un piccolo computer a bordo della vettura. Ha quindi la disponibilità del Bluetooth per collegare altri dispositivi; il ricevitore GPS per l’utilizzo come navigatore; la connessione NFC che permette di collegare altri dispositivi elettronici, solamente mettendoli nelle vicinanze dell’autoradio, e infine il classico sintonizzatore radio per la ricezione in FM e AM delle stazioni radio per l’ascolto della musica, delle notizie e di tante altre informazioni utili.

Una differenza importante va evidenziata anche per il  monitor delle autoradio. Il tipo 1 DIN ha lo schermo classico di dimensioni piuttosto ridotte, dove si trovano le informazioni di base, come la stazione radio sintonizzata, l’orario, il livello di volume.

Nelle 2 DIN il discorso è molto diverso, perché intanto la grandezza dello schermo è di dimensioni maggiori, quasi come un vero e proprio monitor LCD (di circa 6″-7″), quindi con una immagine nitida e dettagliata di ottima qualità.

Criteri per la scelta

Per acquistare un autoradio, si potrebbe prediligere l’aspetto del prezzo e tralasciare altri fattori. Ma questa strategia non sempre è la migliore. Spesso si trovano offerte che poi si rivelano non aderenti alla realtà, e ci si trova con un autoradio completamente insoddisfacente. Ci siamo fatti attrarre dal prezzo vantaggioso, senza valutare le caratteristiche effettive del prodotto. Bisogna tenere conto un po’ di tutto, dalla garanzia, alla possibilità di effettuare un reso se non si è soddisfatti.

Un buon metodo per fare un acquisto vantaggioso, è quello di leggere tutte le recensioni del prodotto che si intende acquistare. Su internet si trovano molti commenti di persone cha hanno acquistato un autoradio, e dopo lasciano traccia del loro livello di soddisfazione. Alcuni scrivendo dei commenti molto esaustivi, altri solo con qualche breve e sommario giudizio. Si tratta di valutare in sostanza la bontà di queste recensioni che possono aiutare molto nel proprio acquisto.

Dopo aver fatto le opportune valutazioni, si può passare alla selezione dell’autoradio da acquistare. Si tratta di capire che tipo di utilizzo se ne vorrà fare, alle misure di ingombro nella nostra auto, alla facilità di manovra, agli accessori di cui è dotato. Poi, si tratterà di scegliere il prezzo di acquisto.

Costo dell’autoradio

Alla fine siamo arrivati al punto che poi interessa forse più di tutti: il costo. Quanto si intende spendere per avere la nostra autoradio? Si parte sempre dai modelli, dalle caratteristiche , ma alla fine il prezzo è il punto con cui bisogna fare i conti. Perché di modelli ce ne sono tanti e di livello anche elevato, ma poi si tratta di vedere se possiamo spendere certe cifre per fare l’acquisto.

I prezzi sono molti e variabili, ma se si riesce ad individuare a quale fascia di prezzo ci si intende rivolgere, allora già siamo sulla buona strada per restringere il campo della scelta.

Come anche altri prodotti di elettronica , di solito le fasce sono tre:

  • Fascia bassa: tra i 30 e i 60 euro , con cui acquistare un buon modello base, dotato delle principali funzioni , come lo schermo LCD , un certo numero di ingressi per i collegamenti esterni.
  • Fascia media: tra i 100 ei  400 euro , questi modelli hanno già delle caratteristiche di maggior livello e quindi sono prodotti certamente più sofisticati e già per una clientela più esigente.
  • Fascia altaoltre i 450, qui troviamo autoradio specifiche e mirate proprio a determinati modelli di automobile, adattandosi addirittura alla linea e allo stile interni.

Marche e modelli in evidenza

Senza fare distinzione tra i modelli 1 DIN e 2 DIN, possiamo dare direttamente le marche che al momento sono tra le più in evidenza, in questo mese:

Pioneer, Sony, Kenwood, Xomax, JVC, Alpine, ieGeek

E’ importante sottolineare che i marchi sono importanti, ma si deve puntare anche ad altri fattori, prima di procedere con l’ acquisto di un autoradio, quindi, ad esempio, al servizio post vendita, che non deve essere trascurato, perché è importante avere sempre vicino un’azienda che ci fornisca una garanzia per il nostro prodotto.

Bene, buon acquisto e buon ascolto con la vostra nuova autoradio!

 

Sono nato a Roma nel 1957. Ho lavorato quaranta anni per un’azienda di telecomunicazioni spaziali via satellite. Questo, credo abbia alimentato la mia passione per la tecnologia e in particolare per le telecomunicazioni e l’astronomia, ma strada facendo anche per la psicologia.

Back to top
menu
elettronicaecomponentiperauto.it