Come montare una dash cam? Spiegazione, informazioni utili

Se vuoi scoprire come montare una dash cam, sei nel posto giusto. In questa guida ti aiuteremo a capire quali sono i passaggi da seguire per installare questo apparecchio sul tuo veicolo. Potrai adoperarlo sia con le macchine che con i camion. Si tratta di un dispositivo facile da usare e il suo montaggio sarà altrettanto semplice. Ma prima di conoscere come montare una dash cam, scopriamo insieme cos’è questo prodotto e a cosa serve.

Dash Cam: cos’è

La Dash Cam è un dispositivo di tipo elettronico che viene adoperato nei veicoli per riprendere ciò che sta accadendo all’esterno o all’interno. Infatti si tratta di uno strumento adoperato per varie situazioni, dalla sicurezza alla pubblicità fino all’intrattenimento.

Le dash cam sono degli apparecchi di piccole dimensioni che possono essere installate su un parabrezza, sul vetro anteriore oppure su quello posteriore di una macchina. Dispongono di una telecamera o di ben due telecamere per avere una visione molto più ampia. In base alle nostre esigenze e necessità, potremo scegliere di direzionare l’obiettivo della dash cam verso l’esterno o verso l’interno.

Ogni dash cam dispone di un particolare supporto per favorire al meglio la sua installazione. Generalmente si tratta di strumenti che registrano dei filmati in loop. Questo significa che all’accensione della nostra vettura, la dash cam inizia a filmare. E allora quanta memoria disponibile ha per archiviare i vari filmati?

In realtà le dash cam dispongono un sistema d archiviazione che fa sì che i nuovi file vadano a sostituire quelli più vecchi. Pertanto, se abbiamo bisogno di recuperare un video, dovremo farlo prima che il prodotto ne inizi a registrare un altro.

A cosa servono

Le dash cam vengono usate per due ragioni principali: la sicurezza stradale e l’intrattenimento, ma anche per alcune pubblicità. Si tratta di strumenti molto usati dalle Forze dell’Ordine durante le loro attività di controllo, soprattutto nei casi di sinistri. Le dash cam aiutano infatti gli agenti di polizia a capire quali sono state le cause di un incidente stradale. Avere questo apparecchio installato sul proprio parabrezza farà sì che ogni azione venga ripresa in ogni dettaglio.

I modelli di dash cam di ultima generazione sono anche in grado di azionarsi a veicolo spento. Se la tua auto è parcheggiata e viene urtata da un’altra macchina, la dash si accende per riprendere la manovra, così che potrai sempre avere chiare le dinamiche del tamponamento.

Inoltre le dash cam possono essere adoperate per intrattenimento. Se fai un viaggio con i tuoi amici e vuoi riprendere la panoramica che si apre di fronte alla strada o se vuoi filmare ciò che fanno i passeggeri, potrai farlo! Sono molti gli YouTuber che usano le dash cam per girare dei video mentre guidano.  Si tratta di un metodo sicuro per riprendersi alla guida della propria auto.

Vi sarà anche capitato di vedere delle pubblicità dove un attore testava un’auto per far vedere ai possibili acquirenti tutte le funzioni di quel modello. Usare una dash cam potrà essere molto utile in queste occasioni. L’apparecchio potrà essere direzionato sia internamente e sia esternamente e avremo una visuale davvero approfondita.

Come montare una dash cam

Se vuoi sapere come montare una dash cam, nei prossimi paragrafi ti daremo tutti i consigli possibili per eseguire questa azione con grande semplicità. Infatti, installare questi prodotti sarà davvero semplice.

Innanzitutto devi sapere che potrai montare le dash cam sul parabrezza, sul vetro anteriore o su quello posteriore. Ogni confezione disporrà di un supporto per agganciare al meglio la dash cam. Potrai disporre di un supporto a ventosa o di un supporto adesivo.

Il supporto a ventosa è ottimo perché basterà fare pressione su un vetro o sul parabrezza e potrai attaccare la dash cam. Il modello adesivo è altrettanto comodo ma dovrai prestare più attenzione alla temperatura interna del veicolo che potrebbe portare al distaccarsi del supporto.

Le dash cam spesso non dispongono di una batteria né di uno slot. Infatti si tratta di prodotti che si alimentano tramite un cavo da collegare direttamente all’accendisigari.

Per sapere come installare al meglio una dash cam dovremo differenziare i modelli esistenti. Nei prossimi paragrafi ti spiegheremo come installare le dash cam anteriori e come installare quelle fronte e retro.

Come montare le dash cam anteriori e quelle fronte e retro

Le dash cam possono essere anteriori, ovvero di tipo standard, oppure possono essere dei modelli sia anteriori che posteriori. Le prime hanno un montaggio classico e molto semplice, le seconde invece possono risultare più complesse. Le metodologie di installazione saranno infatti differenti.

Per installare le dash cam nel veicolo avrai bisogno di alcuni oggetti essenziali. Potrai aver bisogno di una forbice, di alcune fascette, dei semplici inserti come un cacciavite o altri strumenti di base, una multi presa accendisigari per collegare più dispositivi insieme, un nastro isolante e un attrezzo che serve per smontare le plastiche interne.

I modelli di dash cam anteriore sono molto facili da montare. Con i supporti adesivi, di cui abbiamo già parlato nei paragrafi precedenti, potrai spostare il prodotto verticalmente ma non a 360°, prerogativa dei supporti a ventosa.

Vi converrà sempre montare la dash cam in una posizione centrale per avere una visione ottimale. Si può infatti attaccare il dispositivo dietro allo specchietto centrale per prendere meglio le misure. Il cavo di alimentazione può essere poi posizionato intorno al parabrezza, dovremo fare attenzione a lasciarne un po’ nella parte superiore. Con un nastro potremo tenere stretto il filo in modo da non averlo penzolante durante la guida. In alternativa potrete sempre adoperare le fascette, ma dovrete fare attenzione alle parti appuntite che restano libere.

Di solito le dash cam anteriori vengono adoperate da chi vuole che il prodotto si accenda insieme alla macchina, il modello posteriore è l’ideale per chi vuole una registrazione continua.

Le dash cam fronte e retro invece può essere installata anche sul lunotto, in particolare nel punto più alto e centrato. Una volta trovata la posizione potremo attaccare la dash cam insieme al suo supporto e potremo far passare il cavo lungo i montanti del retro dell’auto. Dopodiché faremo passare il cavo davanti e possiamo collegare il cavo alla dash cam anteriore. L’ingresso per la dash cam posteriore sarà quasi sempre posto in basso.

Classe 1993, laureata in Lingue e in Giornalismo e nata a Roma. Da sempre sono un’appassionata di scrittura in ogni sua forma: dalla cronaca all’attualità, dalla tecnologia fino all’automobilismo. Amo scoprire sempre nuove cose sul mondo delle auto e delle comodità sul mezzo a quattro ruote. Approfondire le tematiche è il mio unico credo, prima di tutto c’è sempre la Scoperta.

Back to top
menu
elettronicaecomponentiperauto.it