Come usare correttamente un navigatore satellitare in auto: cosa sapere, info utili

Quando saliamo a bordo della nostra auto, abbiamo a disposizione l’autoradio, per ascoltare un po’ di musica e rallegrare il viaggio. Poi portiamo dentro l’abitacolo il nostro cellulare: se ci chiama la moglie, il marito, la fidanzata o il fidanzato, che facciamo non rispondiamo? E infine  il nostro navigatore satellitare, incorporato nel cruscotto o portatile per farci viaggiare senza perdite di tempo o possibilità di sbagliare strada.

Ecco qui tanti strumenti utili, ma che tutti insieme fanno della nostra auto una potenziale polveriera di possibili distrazioni, causa dei molti incidenti stradali. La distrazione è al primo posto come causa di incidenti stradali: e allora in questo articolo proviamo a dare qualche consiglio, in particolare sull’uso corretto del navigatore allo scopo di limitare le occasioni di distogliere il nostro pensiero dalla guida.

Qualche cenno per conoscere il navigatore

Considerando, come già detto, che fa parte di quegli strumenti fonte di distrazioni, intanto prendiamo confidenza per conoscerlo meglio e vedere cosa abbiamo a disposizione. Se usato correttamente è un oggetto che ci permette di semplificare il nostro viaggio, facendoci arrivare con certezza a destinazione. Il funzionamento è basato sul collegamento denominato GPS, il cui segnale proviene dalla rete di una trentina di satelliti, e captato dall’antenna del navigatore viene quindi  processato dal software interno che genererà il percorso richiesto dal guidatore e visualizzato sullo schermo, con le strade da percorrere.

Il navigatore ha a disposizione questi componenti principali, dipendenti comunque dalle varie marche e modelli: schermo o display, mappe, audio (voce guida), batteria, bluetooth, funzioni di utilità (informazioni sul traffico).

Come usare correttamente un navigatore satellitare

Il navigatore portatile è dotato di una ventosa che permette la sua applicazione all’interno del parabrezza dell’automobile, quindi il primo passo è posizionare lo schermo nel punto migliore per la propria visuale in modo da non distogliere continuamente gli occhi dalla strada.

Ora dobbiamo impostare le coordinate del nostro viaggio, facciamolo a veicolo fermo e impostiamo la destinazione. Sarebbe ottimale conoscere in anticipo il percorso che il navigatore ha ideato per noi, in modo che durante il viaggio siamo più o meno preparati alle informazioni che ci arriveranno.

Se si viaggia in compagnia, il passeggero potrebbe darci una mano insieme al navigatore durante il viaggio per non sbagliare strada.

Il navigatore e le distrazioni al volante

  1. Siamo partiti ma ci accorgiamo di non aver impostato i dati per raggiungere la località di destinazione? Non impostiamo mai i dati a veicolo in movimento. Piuttosto ci fermiamo un attimo, impostiamo i dati e poi ripartiamo. Abbiamo perso qualche minuto ma a vantaggio della sicurezza.2
  2. Abbiamo impostato i dati prima di partire e siamo nel bel mezzo del viaggio: non facciamoci distrarre continuamente dalle informazioni presenti sullo schermo del navigatore. Guardiamolo lo stretto necessario e magari facciamoci aiutare dalla voce guida.
  3. La voce guida: anche questa funzionalità è molto utile, ma non regoliamo il volume troppo alto, perché anche questo potrebbe essere fonte di distrazione.

Alcune dotazioni del navigatore utili per la sicurezza

Se dovete acquistare un navigatore e avete messo a disposizione una certa cifra, se sarà possibile indirizzate la vostra preferenza verso alcune funzionalità che potrebbero rivelarsi fondamentali per la sicurezza durante la guida.

  • Lo schermo del navigatore. La grandezza è importante per leggere le informazioni a video. E’ evidente che più è grande e più saremo facilitati durante la guida. Attualmente gli schermi dei navigatori vanno dai 4.3″ ai 7″
  • Voce guida. Questa funzionalità è comunque piuttosto diffusa in tutti i navigatori da quelli economici ai più costosi di fascia alta. Verificare la qualità dell’audio non è mai sbagliato.
  • Bluetooth. Avere questa opzione nel navigatore ci permetterà ad esempio di metterlo in collegamento con  il nostro smartphone, per ricevere e inviare telefonate senza togliere le mani dal volante per metterle al cellulare, parlando ed ascoltando con l’audio in vivavoce.
  • Segnalazione di autovelox. Se durante il viaggio sono installati degli autovelox lungo la strada, il navigatore può avvisarci in tempo e consentirci di ridurre la velocità. Possiamo così evitare antipatiche multe, e soprattutto mantenere una velocità adeguata al rispetto dei limiti, e quindi automaticamente ridurrà la possibilità di avere incidenti.
  • Community. I modelli tecnologicamente più evoluti, hanno anche a disposizione le cosiddette community di utenti, che inviando dei messaggi potranno segnalare in tempo reale eventuali incidenti incontrati sulla strada.

Considerazioni finali

Usare correttamente un navigatore satellitare non significa solamente utilizzare al meglio le sue funzionalità tecnologiche ma il fine principale dovrebbe essere mirato anche al suo corretto utilizzo finalizzato al rispetto della sicurezza durante la guida. Evitare le distrazioni mentre usiamo il navigatore è lo scopo di questo articolo, che senza avere la pretesa di essere esaustivo, speriamo abbia fornito alcuni consigli che potranno aiutare i guidatori a viaggiare in sicurezza.

Quindi, mirando a questo obiettivo, questo articolo può aiutare anche a scegliere il miglior modello di navigatore prediligendo alcune caratteristiche piuttosto che altre.

Non resta che augurare un buon uso del vostro navigatore e soprattutto buon viaggio!

Sono nato a Roma nel 1957. Ho lavorato quaranta anni per un’azienda di telecomunicazioni spaziali via satellite. Questo, credo abbia alimentato la mia passione per la tecnologia e in particolare per le telecomunicazioni e l’astronomia, ma strada facendo anche per la psicologia.

Back to top
menu
elettronicaecomponentiperauto.it