Navigatori satellitari widescreen: cosa sono e come funzionano?

Se si è interessati al mondo dei navigatori satellitari, questo articolo può fare al caso vostro per iniziare ad avere quelle nozioni di base per avviare un eventuale acquisto. Anzitutto perché viene utilizzato il navigatore? La risposta è semplice: esso prima di tutto genera un risultato positivo sulla sicurezza del guidatore, con la conseguenza di diminuire la possibilità di incidenti stradali. Ciò è facilmente comprensibile in quanto se abbiamo uno strumento che ci indica con certezza le strade da seguire, al guidatore non rimane che seguirle e avere quindi un controllo maggiore sull’automobile, riducendo anche lo stress durante la guida.

Iniziamo ora ad addentrarci nel mondo dei navigatori.

Navigatore Satellitare widescreen: alcune informazioni di base

Il navigatore GPS è uno strumento elettronico digitale, che riceve un segnale radio GPS (Global Positioning System) da una rete di circa 30 satelliti in orbita intorno alla Terra. Il navigatore integra questo segnale con il suo sistema di software interno, completo di un database stradale (mappe), facendo in modo di darci le informazioni necessarie sul percorso, dalla partenza fino alla destinazione finale che interessa il guidatore.

 

Il significato di widescreen: in italiano significa schermo largo. In sostanza lo schermo occupa tutta la dimensione orizzontale del visore, con un aspetto dell’immagine molto estesa e in funzione del formato del navigatore (in media dai 4,3″ ai 7″), con una risoluzione variabile a seconda del modello su cui viene indirizzata l’attenzione (da un 480×272 a un 800×480).

Attualmente, la familiarità e la richiesta degli utenti verso questo strumento di navigazione, è divenuta talmente elevata che i vari costruttori integrano nelle vetture il GPS come dotazione di serie o a richiesta. E’ comunque il navigatore portatile applicabile al parabrezza il modello più diffuso e richiesto, in quanto i prezzi sono notevolmente diminuiti e la trasportabilità anche al di fuori dell’auto è un ulteriore punto di forza.

Sul mercato esistono una quantità elevata di marche e  modelli, e quindi tutto dipende dalla spesa che si vuole improntare per l’acquisto. Come tutti gli strumenti elettronici il livello dei prezzi va da una fascia bassa, una media, per arrivare a quella alta, quindi da un minimo di circa 100 euro fino a oltre 300 euro.

Caratteristiche principali dei navigatori widescreen

Prima si parlava di prezzi notevolmente diminuiti, e questo potrebbe permettere di acquistare dei prodotti GPS di fascia media o alta, con una dotazione di funzioni e potenzialità più ricche, rispetto a quelli economici che ormai sono quasi svenduti  a prezzi “da bancarella”.

Diamo quindi uno sguardo alle funzioni principali di un modello widescreen di fascia medio-alta.

Informazioni sul traffico

Le informazioni sul traffico relative al percorso sono molto importanti, in quanto consentono di conoscere quanto tempo dovrà essere impiegato per raggiungere la destinazione, o forse, se è il caso, la necessità di cambiare strada per evitare ingorghi di traffico o incidenti che bloccano la viabilità. Per usufruire di questi servizi spesso si prevede un abbonamento, ma se si è certi di non fare un utilizzo intensivo del navigatore probabilmente non ne vale la pena.

Mappe in dotazione

Tutti i modelli includono le mappe di navigazione dei paesi europei. Il loro numero chiaramente dipende dal modello, e quindi più paesi sono compresi più il modello è di fascia maggiore. Di solito si va dalle 22 mappe fino a circa 60 comprendendo tutto il continente europeo. Anche qui se si valuta di non viaggiare fuori dell’Italia, ci si può limitare alla solo mappa del nostro paese, spendendo un prezzo inferiore per l’acquisto del nostro modello di navigatore.

Bluetooth

Per dare un tocco di tecnologia di livello superiore, il bluetooth non dovrebbe mancare. In questo modo il navigatore si può collegare allo smartphone per gestire le telefonate in arrivo e in uscita e comunicare tramite il vivavoce, senza toccare i tasti del cellulare e quindi aumentando la nostra sicurezza durante la guida.

Schermo widescreen

Lo schermo come accennato in precedenza dovrebbe essere il più grande possibile, magari il 7″ con una buona risoluzione. Questo farà si che si potranno leggere le informazioni sul display con più facilità e più rapidamente, anche in condizioni di poca o eccessiva illuminazione solare, che potrebbe arrecare disturbo.

Voce guida

La voce guida del navigatore è in particolar modo essenziale. Questa voce fornisce le indicazioni utili durante il percorso. Esempio: “gira a destra tra duecento metri”, “tra 100 metri spostati a sinistra”. Ciò può far evitare al guidatore  di guardare meno lo schermo, soprattutto in condizioni di guida difficile, seguendo le variazioni del percorso fornite da questa “voce amica” che indica dove dirigersi.

Ed infine….

I consigli che avete letto speriamo possano essere di aiuto a chiunque voglia acquistare un navigatore widescreen, specialmente per trovare un buon  prodotto spendendo il meno possibile. Per questo motivo quando andrete a scegliere il vostro modello ricordatevi di confrontare non solo le caratteristiche salienti ma anche il rapporto qualità prezzo.

Vedrete come appena installato nel proprio mezzo, che sia l’auto, la moto, il camion o la bicicletta, si entrerà in una modalità completamente nuova, piacevole e sicura di guidare. Provare per credere!

Quindi buon acquisto e soprattutto buona guida.

Sono nato a Roma nel 1957. Ho lavorato quaranta anni per un’azienda di telecomunicazioni spaziali via satellite. Questo, credo abbia alimentato la mia passione per la tecnologia e in particolare per le telecomunicazioni e l’astronomia, ma strada facendo anche per la psicologia.

Back to top
menu
elettronicaecomponentiperauto.it