Quali caratteristiche sono necessarie per un navigatore satellitare di qualità?

Se avete in programma l’acquisto di un navigatore satellitare, per aiutarvi durante gli spostamenti con il vostro veicolo, ma non avete a disposizione molte conoscenze tecniche di questo oggetto, sappiate che non è necessario essere degli esperti in elettronica per scegliere un buon navigatore di qualità.

Forse avete anche deciso di non utilizzare più lo smartphone come navigatore, perché probabilmente è meglio utilizzare uno strumento dedicato, che con una cifra non elevata vi darà un risultato senz’altro più apprezzabile. In questo articolo si cercherà di focalizzare quali sono i requisiti necessari per potersi districare fra le tante marche e modelli, e saper fare la scelta giusta di qualità.

Un poco di conoscenza tecnica non guasta

Come funziona un navigatore satellitare?

Il navigatore è un dispositivo GPS (Global Positioning System)  e utilizza la cosiddetta triangolazione, che permette  di conoscere la posizione esatta in qualsiasi punto della Terra. Il navigatore, comunicando senza interruzione con tre satelliti diversi, potrà determinare la posizione con grande precisione. Dato che la costellazione è composta di circa 30 satelliti, in qualsiasi continente ci si trovi, il navigatore potrà sempre e comunque comunicare con essi, con il risultato di un funzionamento sempre perfetto.

Caratteristiche necessarie per un navigatore di qualità

Mappe 

Il navigatore in auto, essendo uno strumento dedicato alla viabilità, offre di solito una precisione maggiore rispetto allo smartphone e una disponibilità delle mappe molto ampia.

Il primo fattore sono le mappe a disposizione, ossia i paesi coperti. Il loro numero varia dai 22 dell’Europa centrale e occidentale, fino ai circa 60 per coprire tutto il continente. La modalità di aggiornamento è garantita per avere sempre le mappe aggiornate e affidabili. L’aggiornamento sarebbe preferibile che sia gratuito, tramite il software in dotazione con cui ci si potrà collegare via USB ad un computer per lo scarico dei dati.

La funzione personalizzazione delle mappe permette di poter memorizzare i punti che più interessano dal punto di vista della bellezza della località, della presenza di ristoranti, di uffici postali o bancari, etc.

Informazioni traffico e autovelox

Questo è un altro punto che fa la differenza in un navigatore di qualità. Avere a disposizione le informazioni sul traffico può fare la differenza, quando si deve raggiungere la destinazione senza rischiare di rimanere bloccati per strada.

Le informazioni di uso più comune sono le seguenti:

  • segnalazione autovelox e tutor

informazioni importanti per essere avvisati in anticipo e moderare la velocità del mezzo. Qui l’aggiornamento deve essere continuo e in linea con le continue variazioni di questi strumenti stradali di controllo.

  • percorso intelligente e tempi di percorrenza

Quando il navigatore ha a disposizione le informazioni sul traffico, metterà a disposizione del guidatore un percorso ottimizzato e calcolato per arrivare più velocemente a destinazione, magari con un percorso che però non è detto che sarà il più breve.

  • segnalazione eventi di traffico 

Quando si vuole viaggiare evitando i ritardi del traffico, è fondamentale avere tutte le informazioni, che possono riguardare incidenti, lavori in corso, code di automobili o tutto ciò che può mettere in difficoltà il viaggiatore.

  • parcheggio

Quando si arriva a destinazione il navigatore ci informa sui parcheggi disponibili nelle vicinanze per lasciare in sicurezza la propria auto senza perdite di tempo.

Schermo

Lo schermo widescreen di dimensioni il più possibile grandi (fino ai 7″) e la risoluzione faranno la differenza del navigatore di qualità. Uno schermo grande permetterà una visibilità migliore e quindi un comfort di guida ottimale. In questo caso però vanno verificate le dimensioni di ingombro rispetto allo spazio disponibile nella propria auto. Lo schermo sarà touchscreen, tipo smartphone, dove con il tocco delle dita potranno essere impostati i comandi.

Internet e bluetooth

Il bluetooth  permetterà di collegare lo smartphone al navigatore, così da avere la possibilità di gestire le telefonate senza utilizzare le mani, ma ascoltandole in audio con il vivavoce. I navigatori di fascia alta potranno avere anche la SIM incorporata, con un piano dati che tramite internet permetterà l’aggiornamento in tempo reale del navigatore, relativamente alle mappe o alle situazioni di traffico.

I materiali utilizzati

Obbligatoria la certificazione CE che garantisce che i materiali usati per il navigatore rispettino le direttive di sicurezza europee.

Marche e prezzo

La marca è importante dal punto di vista qualitativo anche per l’aspetto dell’assistenza tecnica dopo l’acquisto.

Di marche ce ne sono molte come Tom Tom, Garmin, Navruf, Pomile, e non sarà difficile individuare quelle di qualità con l’ampia disponibilità di informazioni in rete.

Per quanto riguarda il prezzo: la qualità superiore costa di più. I prezzi vanno dalle 90 euro circa fino a 300 euro e oltre.

Spesso però, con qualche decina di euro in più rispetto alle fasce basse si potrà acquistare un prodotto di livello superiore, magari perché offerto in promozione, o acquistato online o se è un modello superato da una versione aggiornata, ma che potrebbe comunque fare al caso vostro.

Bene, a questo punto non resta che augurarvi una buona ricerca del vostro navigatore satellitare di qualità!

Sono nato a Roma nel 1957. Ho lavorato quaranta anni per un’azienda di telecomunicazioni spaziali via satellite. Questo, credo abbia alimentato la mia passione per la tecnologia e in particolare per le telecomunicazioni e l’astronomia, ma strada facendo anche per la psicologia.

Back to top
menu
elettronicaecomponentiperauto.it